Revisione Audi A3 Sportback 35 TFSI (2020)

13 Ago 2021, 15:54  •  Revisione  •  Door koen

Audi A3

Una berlina di un marchio premium tedesco, diresti che non c’è niente di strano in questo. Era diverso più di vent’anni fa. Nel 1996, Audi è stata la prima casa automobilistica di lusso tedesca ad avventurarsi in un’auto compatta di medie dimensioni. Si è rivelata una mossa intelligente. L’A3 fu un successo e BMW presto diede la caccia con la Serie 1 e Mercedes-Benz più tardi con la Classe A.

L’A3 è ora alla sua quarta generazione. Da lontano non sembra molto diverso dalla generazione precedente, ma l’apparenza inganna. Da vicino vedi molti cambiamenti, ma devi cercarli.

Modello Audi A3

La A3 è stata aggiornata su tutti i fronti e sembra più sportiva che mai. Ovunque si guardi si vedono linee pulite che danno la sensazione che l’auto sia in movimento, mentre è ancora ferma.

L’auto è leggermente più lunga e più bassa, il che è in realtà un modo semplice per rendere l’auto più sportiva. Anche la calandra si abbassa, rendendo il muso ancora più aggressivo. Anche la griglia è più ampia, perché BMW non è l’unico marchio tedesco in grado di progettare una griglia grande e accattivante. Tra il cofano e il paraurti anteriore troviamo la nota fessura per la cassetta delle lettere, ispirata all’Audi Quattro degli anni ’80.

Spoiler Sportback

Anche la parte posteriore è stata notevolmente affilata. Il nostro occhio cade subito sullo spoiler, è grande! Questo risulta essere corretto, è due volte più grande dello spoiler del modello in uscita. Il baule non è raddoppiato, è rimasto invariato. Quindi c’è ancora spazio per 380 litri di spazio per i bagagli, 1200 litri se la banca si appiattisce.

Audi design spazioso

Anche l’Audi ha lasciato invariato il passo. Fortunatamente, perché questo significa molto spazio interno. C’è la testa e lo spazio per le gambe ampi sia davanti che dietro. Testiamo la S-Edition extra sportiva, nella quale sono stati posizionati due sedili sportivi. Ti tengono perfettamente in posizione, ma offrono anche un comfort sufficiente durante un viaggio più lungo.

Anche dietro sei bravo, anche se il bordo del tetto è un po’ verso l’interno. Di conseguenza, l’auto sembra sportiva dall’esterno, ma ti siedi rapidamente con la testa contro il lato.

Entrare nella parte posteriore ora è sempre facile nell’A3, perché arriva solo come Sportback (5 porte). Ciò significa che dopo tre generazioni, è calato il sipario per la variante a 3 porte. La versione berlina della A3 è ancora molto viva: la A3 Limousine.

Infotainment

Proprio come con la nuova Volkswagen Golf, Seat Leon e Skoda Octavia – tre modelli con cui questa Audi condivide la piattaforma – ci sono anche pochi pulsanti fisici all’interno dell’Audi.

Devi accontentarti di due schermi: il cockpit virtuale al volante e un grande touchscreen al centro. Il sistema di infotainment risponde molto rapidamente, ma a volte è un po’ una ricerca. Di conseguenza, dobbiamo distogliere lo sguardo dalla strada più spesso di quanto vorremmo.

Non possiamo incolpare completamente Audi, i pulsanti sono semplicemente fuori moda. Tuttavia, una piccola manopola rotonda nella consolle centrale, come nel modello precedente, sarebbe stata utile.

Fortunatamente, ci sono una serie di pulsanti fisici sul volante e, naturalmente, hai anche fatto molta strada con il controllo vocale. Ci sono ancora alcuni tasti sotto lo schermo, con i quali è possibile azionare direttamente il climatizzatore.

Qualità Audi

Proprio come l’esterno, anche l’interno di Audi sembra un po’ più sportivo. Tutte le forme rotonde che erano presenti sul cruscotto della precedente A3 sono sparite. Ovunque guardi ora vedi linee pulite. Il clou sono le due griglie di ventilazione estremamente strette accanto agli strumenti. Sembrano prelevati direttamente da Lamborghini e ti fanno davvero sentire come se fossi nell’abitacolo di una supercar.

I materiali utilizzati negli interni sono ovviamente di un livello che ci si può aspettare da un’Audi. Tutto sembra estremamente solido e ci sono molti materiali morbidi. Eppure in molti posti troviamo più plastica dura di quanto ci aspettassimo, ma possiamo conviverci.

Audi 35 TFSI powertrain

La nostra auto di prova è dotata di un propulsore 35 TFSI. Cioè un motore a benzina a quattro cilindri da 1,5 litri con 150 CV (110 kW). Possiamo cambiare marcia da soli, con un cambio a sei marce. È disponibile anche un cambio automatico S Tronic a sette rapporti. Proprio come un motore a benzina tre cilindri da 110 CV con 110 CV (30 TFSI). I diesel sono possibili anche con due motori da 2.0 litri da 116 o 150 CV.

Il propulsore 35 TFSI ha un bel po’ di grinta. Sia al semaforo che in accelerazione a velocità più elevate, riprende molto. Il propulsore è presente anche in altri modelli Volkswagen AG, come la Seat Leon recentemente testata da noi, ma nell’Audi sembra un po’ più piccante.

‘I nostri’ La S-Edition è dotata di un assetto sportivo, in modo da poter affrontare facilmente una curva in velocità. Le ruote da 19 pollici – l’A3 è standard a 16 pollici – sono dure, ma la gomma ha anche una sorprendente quantità di aderenza negli angoli. In combinazione con la fonte di alimentazione da 150 CV, ci divertiamo meravigliosamente al volante. Nel frattempo, ridiamo ancora alle prese d’aria in stile Aventador, completano l’esperienza di guida sportiva.

Costo Audi A3

L’Audi A3 è disponibile da 34.370 euro. Si tratta del potente propulsore 30 TFSI da 110 CV con cambio manuale. La versione 35 TFSI da 150 CV con cambio manuale è disponibile a partire da 36.820 euro. Questo rende l’A3 di gran lunga il più costoso del quartetto Volkswagen AG. Sia Leon, Octavia che Golf partono da oltre 25 mila dollari.

Inoltre, Audi non è contraria alle opzioni, quindi il prezzo aumenta rapidamente se controlli molto. La A3 Sportback S Edition 35 TFSI con cambio manuale che guidiamo ha un prezzo di 40.820 euro.

Recensione Audi A3 Limousine (2020) – AutoRAI TV

Share Tweet Share Share E-Mail
Bovag logo
  • Klantbeoordeling 8,2
  • Altijd BOVAG Garantie
  • 10.500 aangesloten BOVAG garages
  • Heldere All-in prijzen