Recensione Hyundai i10 (2020): vale l’investimento?

7 Mag 2021, 20:51  •  Recensione  •  Door Robin Nieuwhof

L’apparenza può ingannare. La nuova Hyundai i10 sembra piccola, ma in termini di dimensioni difficilmente differisce da una Hyundai Getz di oltre dieci anni fa. E la Getz era un modello del segmento B. La i10 è una hatchback a cinque porte nel segmento A. Quindi, più grande, la nuova Hyundai i10, ma per definizione anche migliore? Lo scopriremo.

Segmento A sotto pressione

Il segmento A è sotto pressione. I margini più piccoli (dei concessionari) rendono difficile per i produttori impostare un modello di guadagno per un’auto del segmento A. Inoltre, nel segmento A è più difficile ridurre le emissioni di CO2, perché l’applicazione di sistemi ibridi nei modelli del segmento A è abbastanza costosa e rende le auto più care. E che il segmento A sia un segmento molto sensibile al prezzo, dove ogni euro conta.

Hyundai i10

Tutte queste cose si traducono in cambiamenti nel segmento A. La Opel KARL e la Ford Ka+ sono state rottamate a causa delle alte emissioni, e il trio di Volkswagen Up, Seat Mii e Skoda Citigo andranno in elettrico, il che significa un prezzo più alto. Hyundai crede che ci siano ancora molte persone che cercano una nuova, prima auto di diciamo 15.000 euro con un normale motore a benzina sotto il cofano. E così Hyundai ha sviluppato una i10 nuova di zecca. È qui davanti a noi. È ora di dare un’occhiata più da vicino.

Diseño del I10

Hyundai ha dato alla i10 proporzioni diverse. Le ruote sono state posizionate più agli angoli, la linea del tetto è stata abbassata di 20 mm e la larghezza della i10 è stata aumentata di 20 mm. Più basso e più largo quindi e automaticamente più duro. Per enfatizzare il carattere robusto della i10, Hyundai ha anche sviluppato una versione sportiva N-Line con vistosi dettagli rossi e una fonte di alimentazione vivace: un tre cilindri 1.0 T-GDi da 100 CV e 172 Nm, che conosciamo anche dalla Kia Picanto GT-Line. Questa versione N-Line – una sorta di hot hatchback leggera – sarà lanciata nel maggio 2020 e dovrebbe costare poco più di 19.000 euro.

Motore a benzina Hyundai 1.0 MPi

Hyundai ha anche sviluppato un motore a benzina 1.2 MPI a quattro cilindri con 84 CV e 118 Nm per la i10, ma questa variante di motore non sarà venduta nei Paesi Bassi. La maggiore emissione di CO2 rende questa fonte di energia poco interessante per il mercato olandese. Quindi cosa otterremo? Si tratta di un motore a benzina 1.0 MPi a tre cilindri con una capacità di 67 CV (49 kW) e 96 Nm di coppia. Il cambio di marcia può essere effettuato con un cambio manuale a cinque velocità o con una versione robotizzata di questa trasmissione. Sulla carta il cambio computerizzato a cinque velocità è ovviamente un automatico. Quanto dovrebbe costare tutto questo? Lo scopriremo nei prossimi paragrafi. Prima una comoda panoramica dei prezzi della Hyundai i10.

Prezzi Hyundai i10 1.0 MPi

5MT i-Drive – 12.995 euro
5MT Comfort – 14.995 euro
5MT Premium – 16.795 euro
5MT Comfort 5 posti – 15.595 euro
5AT Comfort 5 posti – 16.795 euro

Hyundai i10 Air conditioning

La versione base i-Drive è già abbastanza ben equipaggiata, compresa la chiusura centralizzata, il cruise control con limitatore di velocità, i finestrini anteriori elettrici, il Lane Keeping Assist e altro ancora. Tranne l’aria condizionata. A nostro parere, questo è indispensabile e un must have se non altro per il valore residuo della i10. L’aria condizionata è inclusa nel secondo livello di allestimento, il Comfort. Questo è disponibile a partire da 14.995 euro, duemila in più. Il nostro consiglio è di andare almeno per il Comfort. La i10 ha anche un display da 8 pollici con predisposizione per Apple CarPlay e Android Auto, radio DAB+, fari antinebbia anteriori e vetri oscurati. Tutte cose che si desiderano in un’auto nuova.

Hyundai i10 premium

Infine, c’è la Premium, il modello di punta. Questo costa 16.795 euro e ha gli extra di una telecamera di retromarcia, aria condizionata automatica, luci di curva, un caricabatterie a induzione per la ricarica wireless di smartphone e supporto per l’app per smartphone Bluelink, con cui è possibile controllare a distanza la condizione della vostra auto, bloccare le porte e trovare la vostra auto. Per i Paesi Bassi, la versione Comfort è la più interessante, con la maggior parte degli acquirenti che optano per la versione manuale. A nostro parere la versione più divertente da guidare.

Interni e sedili

Hyundai fornisce la i10 con quattro posti di serie. Opzionalmente, la i10 può essere equipaggiata come cinque posti, ma solo con il livello di assetto Comfort. Si paga 15.595 euro per la Comfort a cinque posti. La versione automatica – in realtà un cambio manuale robotizzato – è disponibile solo per la Comfort con cinque posti e costa 16.795 euro, lo stesso prezzo della i10 Premium.

Dopo tutte queste cifre, è il momento di rilassarsi: guidare! Durante la guida della nuova Hyundai i10 si nota che non c’è assolutamente la sensazione di guidare un’auto del segmento A. La sensazione di spazio è grande per un’auto di segmento A, molto. Anche lo spazio nella parte posteriore è sorprendente. Con lo spazio disponibile per la testa e le gambe, la i10 è ancora più spaziosa di alcune auto del segmento B. Ben fatto da Hyundai. Lo spazio per i bagagli misura 252 litri, ampio per la spesa settimanale. Se si desidera, è possibile ripiegare lo schienale in due parti per avere più spazio. Questo crea un piano di carico quasi piatto

Comfort Hyundai i10

Le sospensioni sono piacevolmente ammortizzate. Il comfort predomina, anche se un po’ di isolamento acustico in più nei passaruota non farebbe male. Questo gioverebbe al silenzio a bordo. La nuova i10 dà un’impressione di maturità. È semplicemente una macchina di prima classe. Il 1.0 MPi ha bisogno di essere accelerato un po’ per tenere il passo. In caso di sorpasso, è necessario un downshift per raggiungere la marcia desiderata. Inoltre, la frizione è un po’ leggera. Questo rende un po’ più difficile trovare il punto di impegno. Si tratta di fare molti chilometri. Lo sterzo è un po’ più pesante del solito per una maggiore sensazione di sterzata, una buona scelta per quanto ci riguarda.

In una hatchback di segmento A, non aspettatevi una finitura morbida del cruscotto, che renderebbe semplicemente l’auto troppo costosa. Tuttavia bisogna dire che la i10 dà un’impressione molto solida. Il cruscotto è messo insieme in modo ordinato e tutto sembra ben curato. Nell’auto in prova, il cruscotto è quasi interamente nero e grigio. Questo è forse un po’ noioso. Fortunatamente il cruscotto si illumina bene con alcuni colori. L’ergonomia è eccellente. Tutto è facile da usare, il touchscreen da 8 pollici in particolare grazie ai comodi tasti di scelta rapida accanto allo schermo. In questo modo si possono fare regolazioni rapide mentre si è in movimento, il che è molto bello. Il volante contiene anche i pulsanti necessari per azionare tutto nel modo più semplice possibile

Recensione di Hyundai i10

Per molti acquirenti, la Hyundai i10 è la loro prima introduzione al marchio coreano. E questa prima impressione sarà molto positiva per molti acquirenti. L’auto è ben costruita, comoda, spaziosa, ha sistemi di sicurezza più che sufficienti, è facile da guidare, è abbastanza economica e ha un peso favorevole di circa 920 chilogrammi per la tassa di circolazione. E poi c’è la garanzia di 5 anni, indipendentemente dal chilometraggio. Tutto questo suona piuttosto bene. Basta dimenticare il prezzo di partenza di poco meno di 13.000 euro. Risparmiate e investite 14.995 euro nel Comfort. Solo allora avrete la i10 come Hyundai l’ha voluta.

Share Tweet Share Share E-Mail
Bovag logo
  • Klantbeoordeling 8,2
  • Altijd BOVAG Garantie
  • 10.500 aangesloten BOVAG garages
  • Heldere All-in prijzen